Legacoop Emilia Ovest
Cena di Boorea a Salsomaggiore, la cooperazione fa solidarietà
28 April 2019



Il prossimo 16 maggio, giovedì alle 19.45, nel salone in marmo dello storico Albergo Tommasini di Salsomaggiore Terme, si terrà la nuova edizione della cena di Boorea, che permetterà una raccolta fondi a sostegno di progetti solidali. L’iniziativa conterà sulla collaborazione straordinaria dell’Istituto Superiore Magnaghi-Solari, con chef e docenti come Daniele Persegani, che insieme ai migliori allievi prepareranno il menù della serata e gestiranno la sala. I posti a tavola saranno 226.

La cena, dedotte le spese, è finalizzata a raccogliere fondi a favore dell’hospice La casa di Iris di Piacenza e dei contadini del progetto Maison Parma a Bujumbura di Parmaalimenta.

Giovedi 16 maggio 2019 a partire dalle 19.45 presso ex Albergo Tommasini, a Salsomaggiore.
Prenotazione obbligatoria (costo 40 euro)
Per informazioni 0522-367685, 0521-947011, 329-5862050, 0523-318296

MAISON PARMA A BUJUMBURA

Parmaalimenta è un’associazione nata a Parma nel 2004 e si ispira al valore della responsabilità sociale e della cooperazione tra i territori del Nord e del Sud del mondo.
Opera in Africa, in Burundi, a servizio della popolazione rurale più povera. Tra i progetti più importanti realizzati da Parmaalimenta c’è il Centro agroalimentare “Maison Parma”, inaugurato nella zona nord di Bujumbura nel 2011.
“Maison Parma” mira a offrire ai contadini del Burundi il know-how agroalimentare del territorio di Parma. Si sviluppa su una superficie di circa 7.000 mq e sostiene gli agricoltori del Burundi nella produzione, la conservazione, la trasformazione e la commercializzazione dei prodotti tipici burundesi, come la farina di manioca, e dei prodotti locali di qualità (riso, ortofrutta, ecc.), venduti a un prezzo equo sia per il produttore che per il consumatore. “Maison Parma” promuove l’unione dei piccoli produttori locali mettendo a disposizione un hangar con cella frigorifera, un mulino, un laboratorio per la costruzione di pannelli fotovoltaici, terreni per la sperimentazione delle culture e altri servizi. La realizzazione di “Maison Parma” a Bujumbura e delle altre attività è possibile grazie ai contributi di Presidenza del Consiglio dei Ministri Italiano, Regione Emilia Romagna, Regione Paesi della Loira, FAO, Fondazione Cariparma, Fondazione Monte di Parma, Fondazione Prosolidar, e dei soci di Parmaalimenta.

HOSPICE LA CASA DI IRIS
La Casa di Iris sorge a Piacenza ed è nata con l’obiettivo di creare un nuovo e fondamentale nodo nella Rete delle Cure Palliative. È stata progettata, costruita e successivamente gestita dal Consorzio Cooperativo Iris, composto da alcune aziende cooperative tra cui Orto Botanico di Piacenza e Proges di Parma. Il progetto prende avvio nell’anno 2011 dalla volontà dell’Associazione Insieme per l’Hospice ONLUS, della quale fanno parte diverse Istituzioni e Associazioni della città di Piacenza, fra cui il Comune e la Provincia. Il servizio offerto internamente all’ Hospice è destinato all’ospitalità di persone con malattie in fase avanzata a rapida evoluzione, per le quali ogni terapia finalizzata alla guarigione non è più possibile. L’ assistenza offerta ai pazienti, attraverso l’operato dell’equipe multidisciplinare altamente specializzata, l’adozione di metodologie operative specifiche, le caratteristiche organizzative e logiche di struttura sono finalizzate al miglioramento della qualità di vita del paziente, garantendone il benessere psicologico e relazionale, e hanno come obiettivo principale il controllo attento di ogni sintomo, primo fra tutti il dolore. Nella Casa di Iris opera l’associazione di volontariato “Insieme per l’Hospice”, che riveste funzioni differenti ed integrate con quelle degli altri componenti dell’équipe, svolgendo un’insostituibile attività di sostegno agli Ospiti e ai loro Familiari. Tutte le figure coinvolte nell’attività sono coinvolte in percorsi di formazione e di aggiornamento continuo.