Legacoop Emilia Ovest
Missione in Sudafrica: il Gauteng punta sulla cooperazione
31 ottobre 2018
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Foto dalla Missione in Sudafrica
Un'esperienza di amicizia, di collaborazione e di cooperazione. Si rinnova la partnership tra il movimento cooperativo reggiano e la provincia del Gauteng in Sudafrica. Una nostra delegazione ha partecipato nei giorni scorsi ad una nuova missione promossa e organizzata da Fondazione E35 e Comune di Reggio Emilia.
Come Legacoop Emilia Ovest, insieme a Quadir - Scuola di Alta Fomrazione Cooperativa, abbiamo portato il nostro contributo in termini di know how, cultura imprenditoriale e valoriale al fine di sostenere le istitizioni locali nel percorso di diffusione del modello cooperativo in quell'area. E' stata quindi una settimana intensa di appuntamenti, lezioni, workshop e visite, in cui tutti i soggetti, governanti, cooperatori, partner, e i partecipanti alla missione hanno affrontato i diversi aspetti utili allo sviluppo di cooperazione locale, partendo dalle best praticties emiliane confrontate con la situazione e la normativa vigente in loco. Sicuramente ci sono i minimi comuni denomatori, innazitutto l'opportunità offerta dalla cooperazione come leva di sviluppo democratico, di lavoro, di benessere condiviso, di risposta ai bisogni di una comunità.
"Il focus di quest'anno in particolare" - ha dichiarato Daniela Cervi, resp. area economico-finanziaria di Legacoop Emilia Ovest - "è la startup. La nostra esperienza quindi può essere preziosa per questo territorio, perchè siamo in grado di fornire le informazioni e le linee guida utili in qualsiasi contesto. Si parla di nozioni base di Business plan, organizzazione, marketing. Abbiamo incontrato diverse realtà molto dufferenti tra di loro ma con necessità simili, cioè sviluppare strumenti per orientare il proprio timone nel mercato".
"Il Sudafrica rappresenta un interlocutore economico molto interessante per le nostre imprese", ha aggiunto Matteo Pellegrini "anche perchè partiamo dagli stessi valori. In questa area, apparentemente lontana, abbiamo trovato la stessa attenzione alla centralità delle persone e al benessere della comunità da cui sono partite anche le nostre esperienze emiliane e che tuttora ci contraddistinguono nel contesto economico in cui operiamo".
"Ho riscontrato una grande partecipazione e la voglia di migliorare e imparare" ha concluso il prof. Tito Menzani, docente di Quadir "Durante il mio intervento hanno ascoltato con attenzione mostrando uno spirito molto propositivo e ricettivo verso la forma cooperativa. La formazione è sicuramente uno strumento fondamentale per ogni impresa, perché consente di alzare la testa, sviluppare una visione strategica e implementare le competenze ad ogni livello".

Di seguito il servzio di Telereggio sulla Missione